Monna Francesca – terminato

Come promesso ecco la versione finale del dipinto (con tanto di cornice).
Naturalmente non sono completamente soddisfatto. In realtà non lo sono mai ed è per questo che continuo a dipingere 😀

Monna Francesca

Monna Francesca


Rif:
Monna Francesca
Monna Francesca – secondo giorno
Monna Francesca – grisaille
Monna Francesca – colore

Monna Francesca – colore

È ora di passare al colore e, come ho detto, vorrei procedere con velature.
In questa prima fase, contrariamente alla logica, ho usato molti colori. Avrei voluto usarne di meno per passare più gradatamente dal monocromo al colore, ma non avevo ancora una idea precisa di dove andare a parare e così ho lasciato che fossero i colori stessi ad indirizzarmi.
Da quello che mi ricordo ho usato rosso di cadmio chiaro, ocra d’oro e giallo di Napoli chiaro per l’incarnato; asfalto trasparente per i capelli; rosso e giallo di cadmio chiari assieme al turchese trasparente per lo sfondo. Più qualche altro, oltre naturalmente al bianco.

Prima stesura dei colori

Prima stesura dei colori

Questa prima stesura mi ha già dato un’indirizzo di massima: lo sfondo mi va quasi bene (mi sembra abbastanza rinascimentale per sposarsi col soggetto) e credo che mirerò ad un incarnato perlaceo che, tra l’altro legherebbe otticamente con le numerose perle presenti. Questo nonostante la modella in realtà abbia un incarnato tendente allo scuro (dovrò valutare però il colore degli occhi perché in genere ad una pelle chiara si accompagnano occhi chiari).

Ormai pronto ad una seconda sessione di colore e qui si è messo a diluviare per un paio di giorni togliendomi la luce che mi serviva. Quindi stop.
Oggi pomeriggio il tempo è migliorato così ho potuto sfruttare un paio d’ore per riprendere il lavoro.

Seconda stesura di colore

Seconda stesura di colore

Non si vede una gran differenza rispetto all’immagine precedente (colpa anche della macchina digitale, si sa), ma l’insieme è più armonioso e mi pare che anche il soggetto mostri una espressione più altera, più adeguata al tema rinascimentale.

Spero, nel prossimo post, di mostrare il dipinto finito. E magari con la cornice. 🙂


Rif:
Monna Francesca
Monna Francesca – secondo giorno
Monna Francesca – grisaille

 

Monna Francesca – grisaille

Sono arrivato al punto di svolta del mio nuovo dipinto ovale. Ho terminato la grisaglia.
Ho cercato di impormi quella grande pazienza che solitamente non ho. In genere la grisaille (o grisaglia) io non la porto mai ad un livello di finitezza, in quanto tendo ad usarla solo come linea guida per i volumi e quindi la lascio generalmente ad uno stadio abbastanza grossolano.

grisaglia - avanzamento

grisaglia – avanzamento

Per capirci, uno stadio come quello dell’immagine qui sopra un tempo non l’avrei mai raggiunto perché avrei avuto già abbastanza informazioni su come procedere. Questa volta invece mi sono dato l’obbiettivo di finire la versione monocroma per cercare di colorare esclusivamente con velature. Sicuramente non mi riuscirà e dovrò intervenire anche col colore coprente, però voglio sperimentare anche questa.

Questa che segue è la grisaglia praticamente terminata (in realtà dal momento in cui ho scattato la foto ad ora, sono intervenuto ancora con minime correzioni).

grisaglia terminata

grisaglia terminata

Come si vede ci sono alcune parti dove appare ancora il colore dello sfondo originale. Questo perché prevedo in quelle zone un colore finale dorato e il grigio non mi aiuterebbe.

Oggi però non posso lavorare coi colori; il cielo è plumbeo, grandina, piove , insomma, non c’è la luce che mi serve. E non si prevede il sereno per alcuni giorni. 😦
Nel frattempo posso pensare alle prossime tele ovali perché, oltre alla quarta piccolina che mi è rimasta, ne è sbucata fuori un’altra intermedia di 18×24 cm. 😮
Mi sa che in quel cassetto c’è una fabbrica di tele ovali. 😕


Rif:
Monna Francesca
Monna Francesca – secondo giorno

Monna Francesca – secondo giorno

Come ho detto ieri, voglio una versione monocroma finita, perciò mi sto concentrando sulle sfumature e questo non mi permette un procedere veloce.
Però è rilassante non doversi preoccupare dei colori col vantaggio, per quanti come me tendono ad essere lucidi solo verso sera, che si può lavorare senza problemi anche con la luce artificiale.

Prosecuzione abbozzo

Prosecuzione abbozzo


Rif: Monna Francesca

Monna Francesca

Come detto in precedenti post ho trovato quattro piccole tele ovali abbandonate da anni in un cassetto. Così ho deciso di farci quattro piccoli ritratti, viste le minuscole dimensioni (13x18cm).
Nella prima ho fatto una madonnina (Madonna), nella seconda e nella terza due ritratti (Ritratto di donna e Ritratto di ragazza). Adesso salta fuori che di tele abbandonate ovali non ce ne erano solo quattro 😮 Ce n’è una quinta, che è un po’ più grande (24x30cm).
È saltata fuori proprio mentre rovistavo, tra riviste e vecchi libri fotografici, alla ricerca di un soggetto per la quarta tela.

Non  è una vera e propria tela, ma un pannello telato su cui avevo già portato fino ad un discreto compimento un vecchio ritratto mai terminato. A guardarlo con gli occhi di adesso capisco come mai l’ho abbandonato: era proprio brutto. 😦
La particolarità di questa tela però è che è dotata di cornice. Una cornice piuttosto vecchia (senza sbilanciarmi a dire che è antica) comprata a suo tempo in un mercatino.
Siccome sono a corto di cornici ovali mi ci è voluto poco a convincermi che era urgente terminare quel dipinto.

L’ho guardato. L’ho riguardato. Poi gli ho passato sopra una mano spessa di colore. 😈
Meglio ripartire da zero che cercare di correggerlo.

Ritrovata l’immagine di riferimento originale ho iniziato col disegnare a matita il soggetto direttamente sulla tela.

Disegno preparatorio

Disegno preparatorio

Per il disegno ho usato una matita 6B tenendola molto leggera. Questo mi ha permesso di avere un segno sufficientemente nitido senza rischiare tuttavia di incidere la superfice della tela e dandomi anche la possibilità di abbozzare i volumi in maniera abbastanza morbida.

Siccome il soggetto, come si può dedurre dal titolo e dal costume, è rinascimentale, cercherò di adottare una tecnica adeguata fatta di velature e sfregazzi.
Ho cominciato quindi a dipingere in monocromo utilizzando solo bianco di titanio e nero di vite. Il mio obbiettivo è farne una versione monocroma estremamente rifinita, per poi colorare solo con velature. Per questo motivo cercherò di tenere il tono complessivo più chiaro del normale in quanto saranno le velature successive ad abbassare i toni scuri.

Per oggi sono arrivato qui:

Inizio abbozzo monocromo

Inizio abbozzo monocromo

p.s. Il titolo non ha nessun riferimento alla Monna Lisa, perciò non ci sarà nessun sorriso 😛


Rif: Monna Francesca – secondo giorno