Ritratto di ragazza

Non pensavo che questo ritrattino mi avrebbe portato via tanto tempo 😦

Comunque ora lo considero terminato, anche se ci sono diverse cose che non mi soddisfano. Ma tant’è…

Terminare l’abbozzo con la finitura dei capelli e dei volumi non è stata una cosa lunga e l’ho portata a compimento (per quanto possa considerarsi compiuto un abbozzo) nel giorno successivo, come anticipato nel mio precedente post: Ritratto di ragazza – abbozzo.

Ritratto di ragazza - abbozzo completo

Ritratto di ragazza – abbozzo completo

I problemi sono iniziati quando mi ci sono messo di impegno per terminarlo. Non sono stati problemi solo di ordine pittorico, ma anche (e forse soprattutto) fotografico.

I problemi pittorici sono stati causati forse dalla troppa fretta di finire, senza dare tempo alla pittura di asciugarsi bene prima di ritoccare. O forse ho sbagliato nella preparazione del medium o nella scelta dei colori… boh! 😕 Fatto sta che quando passavo una nuova mano di colore, quello sottostante aveva l’antipatica tendenza a sciogliersi e, siccome io lavoro sostanzialmente per velature, si intravedevano dei “buchi” nella stesura del colore. 😥 Ho dovuto così rallentare e fare poche pennellate ogni giorno per dar modo al colore di asciugarsi meglio.

Il problema fotografico va spiegato.
Ormai tutti sappiamo che i colori reali in fotografia non risultano corretti (un giorno dovrò affrontare seriamente questo problema), impedendo così una buona rappresentazione dei passi mostrati nel completamento di un dipinto. Per capirci, confrontate la fotografia qui sopra con l’abbozzo pubblicato nel post precedente. Lo sfondo è lo stesso! 😮 Non è stato minimamente toccato, eppure appare completamente diverso. Il fatto è che la resa fotografica è influenzata da troppi fattori (in primis l’illuminazione) tra cui anche l’inserimento di nuovi colori, come la massa dei capelli per esempio.
Questo però è un problema di cui ero consapevole, ma l’uso dei colori che ho usato in questo dipinto l’ha amplificato. Evidentemente si tratta di una gamma cromatica piuttosto ostica per la fotografia digitale (ho provato con tre macchine diverse e uno scanner) che tende ad esasperare i contrasti e la tonalità. Nella realtà nessuna delle due immagini mostra con sufficiente approssimazione i colori: i rossi non sono così rossi, i marroni altrettanto, così come i viola e gli azzurri e i contrasti non sono così esasperati. Lo sfondo è piuttosto un grigio tendente all’azzurro e l’incarnato è più “panna”.

Tutto questo però mi ha condizionato non poco perché, quando raggiungevo un livello di finitura a mio giudizio piacevole, scattavo una foto e il dipinto appariva “brutto” 😥 Allora intervenivo per ritoccare, smussare, modificare il colore e poi… daccapo 😦

Quando però mi sono accorto del rischio di  rovinare la freschezza del ritratto ho deciso di fare basta. 😡

Ritratto di ragazza - terminato

Ritratto di ragazza – terminato

Giuro che l’originale è più bello di questa immagine ottenuta con lo scanner! 👿

Ritratto di donna – finale

Quarto giorno e versione finale per il mio piccolo ritratto. Ad onor del vero sul termine “finale” non ci metterei la firma, perché finché non do la verniciatura ho sempre la tentazione di correggere qualcosa. In questo caso, essendo la tela molto piccola, cercare di rifinire i dettagli è un azzardo. Andrebbe considerato l’impatto complessivo perché la distanza media dell’osservatore non è quella dell’esecutore, quindi i dettagli minuti non sono così importanti. È meglio concentrarsi sul colore che non sulla singola ciglia.

Ritratto di donna - terminato

Ritratto di donna – terminato

Anche oggi ho fatto praticamente solo un lavoro di velature sui capelli e sulla camicetta, tranne lo sfondo dove invece ho usato colore a corpo, sia pure in uno strato estremamente sottile.
Rispetto all’approccio di ieri, ho rinunciato allo sfondo chiaro e sostanzialmente uniforme che faceva sì risaltare la figura, ma non dava nessun senso particolare al dipinto, che non fosse un semplice profilo. La soluzione che ho adottata rende maggiormente l’intimità della posa concentrando di più l’osservatore sul viso. Nella foto, purtroppo, il riflesso del flash schiarisce la parte in alto a sinistra che nella realtà è più scura, senza contare la scarsa resa cromatica della pelle, as usual. 😦

Rif:

Ritratto di donna – terzo giorno

terzo giorno

Terzo giorno – velature

Qui cè poco da dire. Come anticipato ieri ho sostanzialmente velato i capelli e la camicetta. Poi ho schiarito un po’ l’incarnato e macchiato lo sfondo per togliergli uniformità.

Lo sfondo è praticamente finito. Nella foto il colore non è fedele; si tratta di un giallo-verde molto chiaro che, da un punto di vista cromatico, dovrebbe esaltare il colore della camicetta, essendone il complementare, mentre dal punto di vista della luminosità farà contrastare il nero dei capelli.
Complessivamente la foto è più sbiadita dell’originale, che appare nella realtà, molto più rifinito. Colpa del flash.

Oggi non c’è molta luce e quindi è pericoloso lavorare sui colori, speriamo di non fare danni.

Rif.
Ritratto di donna
Ritratto di donna – finale

Ritratto di donna

Quando si rovista tra le vecchie cose accade di trovarsi tra le mani oggetti inaspettati, come le tre piccole tele ovali nuove che ho scoperto di avere da tempo immemorabile. 😮
Le tele sono veramente piccole: 13 x 18 cm.

Le tele ovali non sono molto utilizzate, anche perché fanno molto retrò, ma mi è sembrato un peccato non sfruttarle. In fondo l’uso di supporti non convenzionali ci obbliga anche a rivedere i nostri concetti di composizione e quindi ben vengano.

Una l’ho già utilizzata per la Madonna che ho pubblicato giorni fa: Bruno Berti – Madonna (2014). Oggi posto due step del nuovo dipinto ancora in fase di sviluppo.

Ritratto di donna - abbozzo

Ritratto di donna – abbozzo

Questo abbozzo, anche se sembra solo un disegno, è in realtà ad olio. Su uno sfondo grigio-verdastro molto chiaro ho disegnato prima con la matita e poi ripassato e rifinito con bianco e nero di vite, scoprendo così come il nero di vite (che non avevo mai usato prima) dia una resa molto simile alla grafite, quindi mi piace molto per gli abbozzi. Probabilmente lo utilizzerò anche in futuro. 😕
In questo abbozzo ho scoperto anche che, se la tela era piccola, ma nuova, non altrettanto erano i miei pennelli più piccoli. E dipingere il dettaglio con pennellini sfrangiati non è il massimo. Però è anche una sfida e, volente o nolente, l’ho accettata. 👿
Disegno e colore mi hanno portato via un pomeriggio.

Il giorno dopo (ieri), sempre di pomeriggio, considerando che alla mattina sono geneticamente comatoso, ho portato il lavoro al seguente livello.

Ritratto di donna - colore

Ritratto di donna – colore

Qui mi sono concentrato essenzialmente sul viso fin quasi portarlo al finito, mentre capelli e camicetta sono stati solo dilavati con colori trasparenti.
Oggi pomeriggio (va da sé) conto di arrivare quasi alla fine, ma certo non a terminare perché vorrei fare capelli e camicetta con velature, per contrastare l’incarnato fatto invece a corpo, e le velature hanno bisogno di tempo tra una e la successiva per lasciar asciugare il colore.
In realtà non so dove andare a sbattere, vedremo. 😕

Rif.
Ritratto di donna – terzo giorno
Ritratto di donna – finale