Lettura della sera

(fonte Wikipedia)

… la ragione per cui il basilisco che vede un uomo lo uccide è semplicemente che la materia velenosa che è nel suo corpo viene eccitata dallo sguardo e dall’immaginazione; mediante questa materia prima gli si infettano gli occhi, poi l’aria contigua e così via fino all’aria contigua all’uomo che, dopo averla attratta a sé con l’aspirazione, resta intossicato e muore.

Invece se è l’uomo che vede per primo il basilisco, l’uomo, poiché vuole ucciderlo, si circonda tutt’attorno di specchi in cui il basilisco guarda e quindi per il riflesso l’aria viene resa infetta raggiungendo il basilisco, che così muore.

Ma rimane un dubbio: perché l’uomo, uccisore della bestia, non muore a sua volta?
Qui è necessario supporre una causa occulta.
(Heinrich Institor, Jakob Sprenger – Malleus maleficarum – 1486/87)

Eh, questa è scienza 😉

 

Censimento mondiale atei

Atheist Census is a project to count and collect demographic information on the world’s atheists.

Atheist Census aims to build a picture of the world’s atheists – where they are, their genders and ages, their education and religious (if any) background – and use that information to demonstrate the presence and importance of atheists in societies around the world.

http://www.atheistcensus.com/

Il Papa ha detto…

Il Papa ha detto: «tentativi di rendere il matrimonio fra un uomo e una donna giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione sono un’offesa contro la verità della persona umana e una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace»

Per quanto mi sia sforzato di leggere anche tra le righe, non ho proprio capito cosa voglia significare l’espressione “verità della persona umana“. A me sembra una di quelle frasi retoriche che non dicono nulla, a parte l’effetto speciale sui distratti.

In quanto alla “ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace” la trovo di disarmante superficialità perché può essere tranquillamente ribaltata nel suo assunto arbitrario e mantenere la stessa valenza; vale a dire che non rendere il matrimonio… ecc… è un’offesa alla giustizia e alla pace“. Sfido chiunque a dimostrare in pratica la veridicità dell’una o dell’altra versione.

In buona sostanza questo tipo di discorso, oltre ad essere di grande inutilità, lo potrei definire io un’offesa contro l’intelligenza della persona umana.

Come una offesa contro la persona umana, contro la giustizia e contro la pace va certamente interpretata invece la benedizione che il Papa ha dato alla portavoce del parlamento ugandese, promotrice del progetto di legge che introdurrebbe nel suo paese la pena di morte per i gay.

Questione di metodo

(Visto su Osservatorio Apocalittico e immediatamente rubato)

http://fuffologia.wordpress.com/2012/06/28/questione-di-metodo/

(tramite IFTTT)

Sudan, Intisar sarà lapidata a 20 anni Una campagna per salvarle la vita

http://www.repubblica.it/solidarieta/diritti-umani/2012/06/12/news/sudan_lapidazione-37067516/

Alla faccia dell’8 marzo

 “…«Vedi, io so che tu sei donna di aspetto avvenente. 
Quando gli Egiziani ti vedranno, penseranno:
Costei è sua moglie, e mi uccideranno, mentre lasceranno te in vita. 
Di’ dunque che tu sei mia sorella,
perché io sia trattato bene per causa tua e io viva per riguardo a te»…
(Gen. 12, 11-12)

… No, fratelli miei, non fate del male! 
Sentite, io ho due figlie che non hanno ancora conosciuto uomo;
lasciate che ve le porti fuori e fate loro quel che vi piace,
purché non facciate nulla a questi uomini…
(Gen 19, 7-8)

Il padrone di casa uscì e disse loro: «No, fratelli miei, non fate una cattiva azione;
dal momento che quest’uomo è venuto in casa mia, non dovete commettere questa infamia! 
Ecco mia figlia che è vergine, io ve la condurrò fuori, abusatene e fatele quello che vi pare;
ma non commettete contro quell’uomo una simile infamia». 
Ma quegli uomini non vollero ascoltarlo.
Allora il levita afferrò la sua concubina e la portò fuori da loro.
Essi la presero e abusarono di lei tutta la notte fino al mattino;
la lasciarono andare allo spuntar dell’alba. 
Quella donna sul far del mattino venne a cadere all’ingresso della casa dell’uomo,
presso il quale stava il suo padrone e là restò finché fu giorno chiaro. 
Il suo padrone si alzò alla mattina, aprì la porta della casa e uscì per continuare il suo viaggio;
ecco la donna, la sua concubina, giaceva distesa all’ingresso della casa, con le mani sulla soglia. 
Le disse: «Alzati, dobbiamo partire!». Ma non ebbe risposta.
Allora il marito la caricò sull’asino e partì per tornare alla sua abitazione.
Come giunse a casa, si munì di un coltello, afferrò la sua concubina e la tagliò,
membro per membro, in dodici pezzi;…
(Gdc 19, 23-29)

“… «Avete lasciato in vita tutte le femmine?… 
… Ora uccidete ogni maschio tra i fanciulli e uccidete ogni donna che si è unita con un uomo; 
ma tutte le fanciulle che non si sono unite con uomini, conservatele in vita per voi. …
(Num 31, 15-18)

… nessuno poteva comprendere quel cantico se non i centoquarantaquattromila, i redenti della terra.
Questi non si sono contaminati con donne, sono infatti vergini e seguono l’Agnello dovunque va. …

(Apocalisse 14, 3-4)

 

da Facebook

Masolino, adamo ed eva

Image via Wikipedia

Mi sono svegliato nel cuore della notte con una domanda assillante: ma, Adamo ed Eva hanno avuto un processo equo?


(tramite IFTTT)