Le parole delle primarie

Lo so, è uno sporco lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare.
I documenti programmatici degli sfidanti alla segreteria del PD sono on-line e prima o poi qualcuno ci farà i suoi bravi tag cloud. Tanto vale che lo faccia io per primo.
Per quanti non sapessero cosa sono i tag cloud può informarsi su Wikipedia e poi tornare qui.

Detto in soldoni è una rappresentazione grafica delle parole più usate nei documenti programmatici degli sfidanti.
Non dà un’idea dei contenuti, ma solo delle parole più ricorrenti, aiutando così a capire se non altro il retroterra culturale di chi scrive.

Cliccateci sopra per vederli meglio e provate ad indovinare a chi appartengono (naturalmente prima di leggere la descrizione che li accompagna 😉 ).

  
  

Se vi siete incuriositi e volete anche conoscere il contenuto dei quattro documenti, questi sono i link:

Civati
Cuperlo
Pittella
Renzi

La prima pagina de Il Giornale di domani

Immagine

Immagine

Immagine

Astrologia, la religione dominante

Margherita HackIn barba a Galileo, Keplero e Newton l’astrologia è ancora il culto religioso con più adepti sulla Terra. Storia, artifici e ignoranza di una pseudoscienza figlia anacronistica dell’antropocentrismo.

Un vecchio, ma sempre attuale, articolo di Margherita Hack sull’Astrologia.

Leggi l’articolo completo su MicroMega

Scuola: L’ipotesi di Calamandrei

 

Rif: http://it.wikipedia.org/wiki/Piero_Calamandrei

I “Mi piace” non salvano vite

L’intelligente campagna di UNICEF Svezia contro l’attivismo da clic, che da solo non cambia il mondo.

Da tempo si discute del cosiddetto “attivismo da clic”, chiedendosi se a un certo tipo di impegno online superficiale e autoindulgente corrisponda davvero un tentativo concreto di cambiare e migliorare il mondo. Soprattutto sui social network nascono di frequente campagne per fare un “Mi piace” su Facebook, o un retweet su Twitter, con l’obiettivo di ottenere un certo risultato, che di solito porta a ben poco di concreto.

Leggi il resto dell’articolo: http://www.ilpost.it/2013/05/03/attivismo-clic-unicef-svezia/