Maplib e spam

Al mio rientro all’attività nel blog ho notato subito un particolare che non andava bene: nella sandbox in testa al blog non era più visibile il mio Ritratto di fanciulla .
Al suo posto il classico messaggio di pagina non disponibile.
Magari chi nel frattempo era passato di qua avrà attribuito la cosa ad un momentaneo disguido o ai soliti problemi dello Space. In realtà il problema era nel sito di Maplib di cui avevo parlato in un mio vecchio intervento e che io utilizzavo per mostrare il dipinto nei minimi dettagli.
Cos’era successo?
 
Certamente abbiamo tutti l’esperienza di esserci iscriti a siti che poi abbiamo scoperto non essere interessanti come ci saremmo aspettati. Così quelle iscrizioni spesso finiscono dimenticate in qualche remoto file del nostro harddisk, per non essere più riprese in considerazione, e finiscono anche per uscire dai meandri della nostra memoria.
Per quanto Maplib sia un sito realmente utile per archiviare le nostre immagini ad altissima risoluzione è capitato che alcuni utenti regolarmente registrati si siano poi dimenticati di averlo fatto. E qui sono cominciati i dolori.
Quando i responsabili del sito hanno inviato le solite e-mail di news agli iscritti, qualcuno, tra gli smemorati, si è risentito per quella che ha interpretato come mail spazzatura o, come si dice in gergo, spam.
E ha segnalato la cosa al provider che forniva lo spazio ai responsabili del sito.
 
Siccome questo provider considera lo spamming un delitto gravissimo (al pari dei nudi nei blog Live, per intenderci) ha eliminato l’account di Maplib dai propri server senza nessun preavviso (proprio come fa Microsoft coi nostri blog).
A nulla è valsa la spiegazione fornita dai responsabili del sito al provider, e cioè che si era di fronte ad un equivoco causato da leggerezza degli utenti, il sito di Maplib era ormai definitivamente out. 
I responsabili del sito hanno dovuto così inviare a tutti i propri iscritti una imbarazzatissima e-mail di scuse per la situazione che si era venuta a creare e che comportava con ogni probabilità la perdita di tutti i dati e le immagini archiviate dagli utenti.
A questa e-mail ne è seguita poi un’altra in cui, vista l’irremovibilità del provider a ripensare la faccenda, si chiedeva agli utenti stessi di cercare di premere direttamente sul provider per affermare l’assoluta correttezza dei gestori nel’uso delle e-mail e per richiedere la riattivazione del sito ed il recupero del materiale archiviato sui server.
La cosa sembra aver funzionato; il provider ha effettivamente riattivato l’account e restituito il materiale archiviato, o almeno gran parte (io non ho perduto niente, per esempio).
Naturalmente i responsabili di Maplib hanno comunicato poi agli utenti che avrebbero quanto prima cambiato provider e sottoscritto un contratto più solido.
 
A proposito di spamming, è di questi giorni la notizia che è stato individuato il re delle e-mail spazzatura: è un neozelandese, si chiama Lance Atkinson, ha 26 anni ed abitava (prima di scappare per non farsi arrestare) nel nordovest dell’Australia. Questo deficiente, da solo, è il responsabile di un terzo della spazzatura informatica che invade le caselle di posta di tutto il mondo, con una capacità di fuoco di 10 miliardi di e-mail al giorno (oltre 115000 al secondo!). Adesso è braccato dalle polizie di
mezzo mondo che spero riescano a prenderlo quanto prima, se non altro per farci sapere il senso di tutta questa attività… senza senso.
 
Tutto è bene quello che finisce bene. Maplib è tornato e il mio consiglio rimane quello di allora: utilizzatelo.
 
Tra l’altro il mio utilizzo era limitato alla necessità di mostrare sul blog i miei dipinti, ma, verificando lo stato di recupero dei dati, ho scoperto che il mio dipinto della Ragazza con l’orecchino di perla era nella top-ten del sito, all’ottavo posto, tra le immagini più viste. Eh, beh… son soddisfazioni .
 
Nell’attesa che si risolvesse questo problema ho comunque dovuto rimediare in altro modo per ripristinare il mio blog: se non si è troppo esigenti si può ottenere un risultato analogo anche fatto in casa, ma ne parlerò la prossima volta.
 

13 pensieri su “Maplib e spam

  1. Toh, stamattina pensavo a te :-)Milioni di cose cambiate, io compresa. Ma tornare qui è sempre aria di "casa"Un sorriso da lontano

  2. che il tuo quadro fosse nella top ten tuttora non mi stupisce.
    Ricordo con piacere il periodo in cui lo stavi mettendo a fuoco. I commenti del periodo…
    io che mi incantavo girando per il tuo blog delle tue molteplici qualità…
    bhe l unico difettucolo è che sei un orso delle caverne…ma su questo si può sorvolare…
    sono di frettissima ma ti ho scritto 2 righe con piacere…
    come sempre.
    a poiz

  3. ooooh tutto è bene quel che finisce bene!!
    è logico che il tuo quadro sia nel top ten dei più visti: è bellissimo…ma questo te lo avevo già detto
    non ho immagini così importanti da postare su Maplib…continuo a postarle sullo spaces….facendo attenzione a non mettere nanche una spalla nuda : ancora ricordo molto bene :-S
    un sorriso

  4. A proposito di quadri, ierisera al festival del film di Roma ho visto "Rembrandt J\’Accuse" di Peter Greeneway.
    Due ore immersi nella realtà del quadro "La Ronda di Notte" a cercare di decifrare i vari segnali che il pittore
    ha inserito con tecniche visionarie e originalissime:
    La mano tesa al pubblico, il manico della spada (fallo) e l\’ombra del braccio di le Cocq che si proietta su di esso (sic!),
    dove sta l\’occhio di Rembrandt, la figura femminile è una o sono due?…e così via, come un giallo!!!
    Evviva la Pittura!!! Evviva l\’Arte (con i suoi bagagli)!!!
    Evviva Noi (ancora vivi per miracolo)!!!!
    Non ho bevuto….;-)) 

  5. Ma bravo… così famoso sei ormai?Serena notte caro Bruno

    …(“`•.¸¸.•..Carmen.. <<…
    Pensierino per te !!…>>   .. Divina Gioia..•.¸¸.•”)… 

  6. Ma vai tranquillo!!!
    Lui è ormai stanco di fare la guardia!
    però… non si può mai sapere!
    ehehehehe
    Proverò a distrarlo un pochino ok?
    Abbraccio carissimo.
    Carmen

  7. Eh già Bruno, lo spamming è una piaga mondiale, chissà se un giorno verrà debellata….
    Il sito di cui parli non lo conosco comunque ci farò un salto per curiosare qua e la ^_^
    Buona serata
    Emilio 😉

  8. dissento dal tuo dissenso e mi…ri-sento…
    e non vorrei che il tuo dissenso assuma forme patologiche di dis-senteria…:-(
    ora mi assento ma prima…ridi-(s)-sento…:D
     
    fuor di metafora, volevo solo provare a dire che nella BlogoSphere si può orientare la freccia del tempo dove si vuole, sempre
    rimanendo ben consapevoli che è un gioco!
     
                                                                             !!!tutto del rincoglionito sono mi non ancora che tranquillo ,comunque
                                                                                                                                                                              D:
     
     

  9. ….perche\’quando leggo le tue giuste ed utili analisi sulle vicende rete eo detriti del suo vasto mare ….penso al catalogo
    di giardinaggio eo utensileria che guardo con lo stesso stupore e meraviglia???….che bello essere tanto diversi…:)..
     

  10. sto ancora aspettando la tua idea folle che ofrse mi rimetterà in pista!!
    daaaiii lo sai che sono curiosa come una spiaaa!
    smack

  11. Felice che tu abbia rifatto capolino in questa ehm… valle di lacrime ;-))
     
    E ci sei mancato, te lo assicuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...