Elezioni

Il nostro è un paese che non ha più la capacità di indignarsi. Siamo ormai assuefatti a tutto e confidiamo sul fatto che chi ci parla lo fa solo per dar fiato alla bocca, essendo lui il primo a non credere alle proprie parole.
 
Così i fucili di Bossi ci fanno al più sorridere o alzare gli occhi al cielo.
Anche la sparata (per restare in tema di fucili) di Dell’Utri sulla necessità di revisionare i libri di Storia per ridimensionare fortemente la Resistenza, la vediamo solo come un innocuo espediente elettorale per sottrarre voti a Storace. 
Dell’Utri in realtà (parlando della Resistenza) la chiama resistenza – rigorosamente con la minuscola – evidentemente influenzato dal Bossi della Radio Elettra che studiava le resistenze dei ferri da stiro. Probabilmente l’idea è quella di mettere un reostato sulla copertina.
 
E se uno dice bianco e l’altro nero, non siamo minimamente interessati a verificarne l’attendibilità; ormai noi vediamo comunque tutto grigio.
Tutti noi (a partire dal Grillo parlante) diciamo praticamente: "Sono tutti uguali", senza troppo renderci conto che è come dicessimo che siamo tutti uguali!
Chi vota da una parte è considerato un ingenuo o in malafede dalla parte avversa, che viceversa viene considerata fatta da grulli o coglioni dalla prima. Chi prova a stare in mezzo è uno senza palle che vede gli altri tutti uguali. Una complessiva poltiglia indefinita di imbecilli.
 
Però messa così non suona bene; siamo tutti uguali tranne noi stessi, che siamo invece diversi e immacolati , e non si sa bene per quale scherzo del destino.
Mi ricorda tanto quell’assunto maschilista per cui le donne sono tutte puttane, tranne la madre e la sorella, alle quali si aggiungerà poi la moglie, perla rara incredibilmente scovata nel letame in grazia del destino di cui sopra.
 
Invece non siamo tutti uguali. Il problema è che abbiamo perso la capacità di distinguere i dettagli che fanno la differenza.
 
Prendiamo ad esempio i due competitor maggiori.
 
Veltroni dichiara in tutte le piazze che non vuole i soldi dei mafiosi, che anzi il suo obbiettivo è distruggerli.
Chi non ama Veltroni la considera una mossa propagandistica: in fondo quanti saranno i mafiosi che votano? Sicuramente meno di chi li aborre, quindi (pensano) è una mossa strumentale senza conseguenze concrete.
 
Dall’altra parte Berlusconi dichiara che Mangano (pluricondannato in via definitiva e con un ergastolo comminato in primo grado) è un eroe.
La reazione sulla stampa è stata decisamente inferiore a quella dei fucili di Bossi.
 
Però mi chiedo: che senso ha avuto questa dichiarazione? Perché è stata fatta? Non ce ne era bisogno, anzi, dopo il discorso di Veltroni incensare un noto mafioso poteva essere controproducente.
Nonostante tutto quella dichiarazione è stata fatta due volte, la prima da Dell’Utri e la seconda da Berlusconi. Perché?
La risposta è lampante a chi non ha ancora il cervello all’ammasso: Berlusconi ha chiesto esplicitamente i voti alla Mafia. Vuole anche quelli!
Nonostante dica ad ogni pié sospinto di avere la vittoria in tasca raschia il fondo del barile.
 
Di tutte le cose volgari e stupide dichiarate da troppi politici in questa campagna elettorale, questa è quella che io ho trovato più vomitevole. Il cinismo di quest’uomo è senza limiti.
 
Non siamo tutti uguali e non sono tutti uguali, qualcuno è molto peggio.
 
Andrò a votare, per cercare di contribuire ad impedire a gente così, non solo di governare questo Paese, ma anche solo di pensare di poterlo fare in futuro.
 
Grullo o coglione che sia ho ancora una dignità e non mi rassegno.
 
 

14 pensieri su “Elezioni

  1. spero di farti cosa gradita

    in anticipo sul Lupo Mannhaimer
    lasciando da parte i Pagnoncelli Caldi
    ti comunico i risultati riservatissimi
    dell\’Istituto Ipse Dixit.
    Sorpesa! Miracolo!
    ce l\’abbiamo fatta…
    ;-))
    realtà? fantasia?
    bè, intanto, facciamo
    ognuno il proprio dovere…
    a Lunedì per festeggiare…eheh…

  2. Ciao Bruno!
    Dovevano cambiare la lagge elettorale, ma chissà perchè non è stato fatto…
    Spero – come tutti – che chiunque riesca a vincere queste elezioni possa mettersi una mano alla coscienza, per riuscire a risolvere veramente i problemi dell\’Italia… chissà se lo faranno
    Vabbè scappo a lavoro
    Buona giornataEmilio 😉

  3. Capisco la tua rabbia che è anche mia e di tanti, ma quì si pone un grosso problema, scegliere tra il marcio e la muffa ed io sono convinta che il voto a questo punto non è più una scelta, sarebbe stato più giusto non andare in massa a votare cosa avrebbero fatto i nostri politici?Dopo aver ottenuto quello che volevano ,il voto, riprenderanno a fare quello che sempre hanno fatto e dei cittadini non gli ne importerà più nulla. E come coglioni staremo a guardare ciao

  4. Gabriella, come si può capire dal mio post, non condivido affatto la tua posizione del "sono tutti uguali", inoltre l\’idea di astenersi in massa è una cura peggiore del male perché parte comunque dal presupposto contraddittorio che i politici marci abbiano in qualche modo a cuore l\’opinione pubblica. Ma se così fosse non sarebbero allora così marci.
    Se sono marci non gli importa nulla che tu vada a votare o meno, gli basta avere un voto in più dell\’avversario, e se non ci fossero più votanti (come utopisticamente ti auguri) semplicemente farebbero ancora più tranquillamente i comodi loro. Nelle dittature infatti i votanti non ci sono, ma questa è ancora una democrazia, sia pure un po\’ malconcia, e il voto è ancora una delle sue espressioni più alte.
    Sul fatto poi che a questo punto il voto non sia più una scelta, sono invece d\’accordo con te: non è una scelta, è un obbligo, per cercare di evitare il tracollo di questo Paese.

  5. Andrò a votare, come sono sicura, ci andranno in tanti perchè la speranza che qualcuno dei politici abbia a cuore il nostro paese è ancora viva nonostante tutto 

  6. Io ndrò a votare, ma il mnio non sarà un "voto utile".Ma hanno tatno paura della piccola concorrenza? ci hanno tolto tutto, ci mettono l\’uno contro l\’altro per comandarci meglio. In sicilia poi ci sono le regionali. Mi sono arrivate più richieste di voto, ma io voterò per chi dice la mia testa e la mia testa dice Sonia Alfano.Non perchè sia nella lista amici di Beppe Grillo, il quale non mi convince troppo, ma perchè è una figlia diuna vittima di mafia. Figlia di un giornalista non professionista di destra (MSI), del quale non avrei condiviso certe idee, ii quale per la ricerca della verità è stato anche cacciato dal partito. Dopo la sua morte gli hanno dato il tesserino da professionista…. Che bella l\’Italia. Comunque, difficile che vinca, ma bisogna rischiare, anche se ho sentito dire a lle persone "se tizio non vince all\’ospedale dove lavora mia figlia ci saranno de tagli e verrà licenziata", è tutto pronto, vicerà tizio, si sa, e finalmentre avremo il ponte sullo stretto, si continuerà a curare i mafiosi latitanti in strutture pubblco coi soldi dei cittadini mentre noi non sapremo a chi rivolgerci per un posto letto, ci sarann sempre le stesse persone. Io ci provo, io voto per Alfano.

  7. E\’ iniziata la guerra degli abbracciporta questo abbraccio a 10 persone,inclusa la persona che te lo portaabbraccioabbraccioabbraccio abbraccioabbraccioabbraccio abbraccioabbraccioabbraccio abbraccioabbraccioabbraccio abbraccioabbraccioabbraccio abbraccio
    tu sei appena stato abbracciato/alui abbraccia la sua leiabbracciamo gli amici ed i nemici, il mondo intero.L\’abbraccio è il più grande gesto d\’amorepuò far risplendere una giornata,tutti abbiamo bisogno di un abbraccio.distribuiamo amore virtuale con un abbraccio.Io ti do il mio abbraccio
    Passwordina

  8. Non credo che il Pd ci dia tanta democrazia, mi sembra un partito fantoccio. Qui siamo stufi. Nella lista di sinistra in sicilia ci sono "soci d\’affari" di Lombardo, MPA. Bisogna provare a cambiare le cose, non sono l\’unico che darà il voto a Sonia Alfano, ci proviamo, se non lo facciamo avremo contribuito perchè tutto resti com\’è! Le due maggiorni liste, anche in campo nazionale, chiudono le orecchie quando si parla di problemi reali e non teorici. Cambiano discorso. Sono un coglione anche io perhcè forse il mio voto andrà sprecato, ma qui sembra tutto deciso, allora cerchiamo di rendere più forte una reale opposizione.

  9. Purtoppo se uno evita il discorso del "tutti uguali" deve anche automaticamente iniziare un discorso del "meno peggio", perchè vuoi o non vuoi in ogni schieramento politico attualmente in corsa per la campagna elettorale ci sono pluricondannati, e prescritti, e in attesa di giudizio, e patteggiati, e chi piu ne ha piu ne metta. Il discorso dello scegliere il meno peggio non è secondo me la risposta in un paese dove il 100% delle testate giornalistiche sono manipolate ed alimentate dai soldi dei partiti stessi, e dove al contrario le imparziali testate giornalistiche internazionali già dichiarano che desta o sinistra non cambierà una ceppa. Non ci vuole un partito meno peggio alla carica del nostro paese ci vuole una pulizia totale. Il problema è che gli italiani con il loro voto fantoccio (perchè i vari partiti hanno già scelto chi eleggere in carica nei loro ranghi) non questo non possono farlo.

  10. OBY, se non ci vuole un partito meno peggio, a maggior ragione non ci vorrà il peggior partito.
    Indicare il problema senza contemporaneamente indicare la soluzione, come fai tu e tanti altri, serve solo a dire "fate voi, io mi arrendo"… e loro saranno ancora più contenti.

  11. ora volo un po\’ con la fantasia…
    ma secondo me Berlusconi oltre ad essere entrato in campo per salvarsi le "reti"
    è entrato in campo molti anni prima CON le reti…e con il rincoglionimento che ne è seguito…
    la maggior parte dei 40 50 enni che oggi potrebbero essere in politica a cambiare la storia …
    a quei tempi sono stati rimbambiti dalla novità…dal Drive inn…dal Colpo grosso…da beautiful…
    e tutti presi a pensare al nuovo telefonino…alla paly station….al pc al nintendo…e alla sera la TV.
    Quanti si sono lanciati verso le sezioni sperando di cambiare le cose??
    Quindi ora non solo ti ritroviamo i "tutti uguali" o i meno peggio…
    ci ritroviamo le stesse persone degli ultimi 30 o 40 anni…
    Abbiamo visto i capelli neri di d\’alema brizzolarsi…Bertinontti andare in piazza…
    a Berlusconi gli sono cresciute le piantine in testa….e Casini pure lui sè brizzolato…
    insomma li vedi sempre loro da anni e anni…cè pochissimo rinnovamento…
    troppe poche persone lanciate come novità e con idee nuove,,,e a volte le novità sono pure ex detenuti…
    mah
    e io pure….che posso fare?
    andrò a votare…perchè molti anni fa sono morte molte persone per avere diritto al voto…
    lo farò almeno per una di loro.
    un bacio…
    anche se dal fronte mi dicono che l assistente ha preso un abbaglio….
    mah
     

  12. mi conforta sapere che il Boss se l aspettava….solo mi spiace tutto il tempo che ci ha tolto per questa delusione.
    Forse per lui non è completamente una sconfitta ….e poi se lo conosco bene si sta già rimboccando le maniche per Ottobre:-(
    Un bacio e corro a mettermi la cintura di sicurezza in caso di rasature impreviste!
    kyz

  13. Alla base di tutto – da cogliona o da grulla – c\’è essere andati a votare con liste bloccate, con una legge che di democrazia ha ben poco, con uno sfacelo morale che parte dall\’alto (a sentire certe boutades mi è venuta nausea…).
    E se questa è la fotografia dell\’Italia di oggi… non credo ci sia più nulla da salvare… chiediamo asilo politico a Zapatero?

  14. Ora che ho letto un pò i tuoi interventi sono proprio contenta che anche io come te sono stata una "cogliona" alle ultime elezioni. E mi dispiate dire che mi sento così ancora di più oggi! Sono demorallizzata ed avvilita che tanti italiani non solo lo hanno eletto ma hanno confermato ed ampliato i consensi! E non è solo propaganda! Basta andare a parlare con gli operai nelle fabbriche! Il sindacato è alle porte……che società sta venndo avanti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...