Gliese 581 c

Pochi giorni fa i media si sono riempiti di titoloni riguardanti la scoperta di un pianeta gemello della Terra.

Salutato come uno degli eventi storici più importanti, è stato oggetto alla fin fine soltanto di un filosofeggiare spicciolo e irritante e di improbabili voli pindarici, in quanto in sè c’era poco da dire per riempire un articolo rivolto al volgo che, chissà perché, secondo i media ha bisogno di sognare e non di conoscere i fatti.

Gliese 581 c, è questo il nome del pianeta, è veramente una importante scoperta, ma essenzialmente perché ha mostrato le potenzialità di un sistema di rilevamento sofisticato che può dare notevoli frutti nella nostra conoscenza dell’universo, arrivando per la prima volta ad identificare un pianeta piccolo su un altro sistema solare (fin’ora gli unici pianeti scoperti erano giganti della stazza di Giove).

Quello che i media non hanno sottolineato a sufficienza è che in realtà nessuno di questi pianeti è stato veramente avvistato. Le metodologie utilizzate permettono l’individuazione e la determinazione di certe caratteristiche di un pianeta in maniera deduttiva, ma non la sua visione diretta.

Gliese 581 c probabilmente esiste perché la sua presenza, con quelle caratteristiche, è l’unica spiegazione di minuscole anomalie nel comportamento della stella Gliese 581. Che è il vero oggetto dell’osservazione.

Gliese 581 è un sistema planetario, già oggetto di indagine, distante da noi 20,5 anni luce. Praticamente nel nostro giardino di casa secondo molti giornali.

Da un punto di vista astronomico è veramente vicina, ma, salvo rivoluzionarie scoperte nella propulsione delle astronavi, difficilmente potremo andare a dare un’occhiata di persona al nostro pianeta gemello.

Ciò che ha scatenato le fantasie più sfrenate è però il fatto che questo pianeta si trova nella cosiddetta fascia abitabile, rispetto alla sua stella. La fascia abitabile è quella distanza teorica da una stella che permette la presenza di acqua allo stato liquido su un pianeta che vi si trovasse.

Essendo però Gliese 581 una nana rossa, la sua temperatura è piuttosto bassa al confronto del nostro sole e questo fa sì che la fascia abitabile sia molto vicina, così Gliese 581 c, pur essendo ad una distanza dalla stella inferiore a quella di Mercurio rispetto al Sole, non arrostisce, ma in teoria potrebbe permettere la vita perché la sua temperatura in superficie oscillerebbe tra 0 e 40°C.

Qui però termina l’entusiasmo, perché un’occhiata più attenta ai dati smorza molto le prospettive di incontro con gli omini verdi o di una possibile colonizzazione da parte nostra, come ipotizzato da diversi giornali.

Intanto Gliese 581 è una stella variabile, il che vuol dire che la sua temperatura varia in continuazione e questo sarebbe un grande problema per mantenere la vita (almeno come la intendiamo noi) per la quale la stabilità termica è condizione indispensabile (basti vedere al disagio che stiamo vivendo per un surriscaldamento della Terra di appena un paio di gradi).

La vicinanza alla stella probabilmente blocca, per effetto marea, la rotazione del pianeta facendo sì che questo mostri sempre la stessa faccia al suo astro (come fa Mercurio con il Sole o la Luna con la Terra), ciò vorrebbe dire che una faccia è bruciata e l’altra è congelata. Solo nella linea di penombra ci sarebbero le condizioni giuste di temperatura per la vita.
Questa stessa vicinanza fa sì poi che un anno duri appena 13 giorni e questo ci creerebbe un certo disagio nella scelta dell’abbigliamento nel caso stessimo pensando di andarlo a colonizzare. Operazione alla portata soltanto delle taglie più piccole in ogni caso, visto che abitare là comporterebbe un aumento del proprio peso più del doppio (hai voglia a fare la dieta, quindi non invitatemi).

Comunque se proprio ci vogliamo andare dobbiamo cominciare a preparare le valige, perché coi mezzi attualmente a disposizione impiegheremmo quasi 400 anni ad arrivare ed è bene perciò partire per tempo.

Rif.
Gliese 581c in Wikipedia
Attorno a Gliese 581, nella Bilancia, orbita un pianeta di tipo terrestre
Terra in vista… forse

17 pensieri su “Gliese 581 c

  1. tesò…
    ti sei trattenuto con le faccine vista la serietà dell intervento…ma alla fine nn ce l hai più fatta e hai pensato a noi…e così ti sei fatto riconoscere finalmente!!:
    ""Comunque se proprio ci vogliamo andare dobbiamo cominciare a preparare le valige, perché coi mezzi attualmente a disposizione impiegheremmo quasi 400 anni ad arrivare ed è bene perciò partire per tempo. ""
    simpatico che sei!
    ma dove le impari tutte queste cose!?!?
    ma come le sai?!?!
    si avevo sentito anche io questa notizia e infact ero passata a controllare notizie dal mio astrofisico preferito…(ASTRO_FISICO sarebbe quello che controlla gli astri nn montarti la testa!!) 
    ma ultimamente sei affaccendato…mah…
    non vorrei che fossi scapato a Nizza per il ponte:@
    ocio eh!
    Bravo Bruno…
    bel tema…
    kyz
     

  2. Quello che dà particolarmente fastidio in questo divulgare notizie è che ti senti preso per..quel posto dove teoricamente non dovrebbe battere il sole.. ma anche qua si potrebbe iniziare una contestazione (come Pimpa non voglio smentirmi!).
    sì, saremo il VOLGO, ma non deficienti allo stato brado…
    per fortuna ci sono anche chi, come te, ci riporta alla logica e alla nostra bistrattata normalità!
    Fare le valige ora? Non ci penso proprio…e poi…RADDOPPIAMO DI PESO? MA SIAMO MATTI?????????????\’\’\’\’\’\’\’\’\’\’\’\’\’
    ciao , buona settimana…
    Pimpa
     
    P.s: a proposito come ti senti strizzato fra me e Marty?
    come vedi te l\’abbiamo fatta anche qua 😛

  3. Purtroppo su questi argomenti gli articoli sono quasi sempre di colore!
    "verde"…come quello dei marzianetti…
    Però anche il nostro pianeta (la Blogosfera) non lo hanno ancora mica scoperto del tutto?..;-)
    Per la gita…non ci dire che vuoi andare su Gliese 581 c…:D

  4. ciccino Liala è una da romanticona ma anche una che quasi non si ricorda più nessuno…
    siccome ke…
    sikkome che ..tutti fanno gli strafff con il libri allora ne ho voluto mettere uno controcorrentee….
    lattemiele di fatto…:-)
    se fossi un personaggio invece mi piacerebbe essere dirk pitt…ma è un maskio
    o kay scarpetta….ma i cadaveri e i tagli mi fanno imperssione…
    ps: la Didi mi viene tenere la mano quando faccio il prelievo e mi tira su il morale…
    e invece lei è una donnina:-( ..e poi mi sfotte…
    lo sai che la Mamma ha paura e io invece ho riempito 20 fialette!!
    muahhh
    ciao paatatino
    kyz

  5. uff maestro…
    ed io che ero convinta di aver trovato finalmente la mia dimensione… 😀
    e pensavo…ma almeno li un omino verde mi darà retta finalmente?
    o anche li SON TUTTI UGUALI????
    :d
    meno male che il mio maestro è sempre il mio maestro…
    e leggerti sempre bello…ogni volta che dò un occhiata al blog nn posso nn essere qui…
    dalla mia postazione lavoro… un bacio mattutino di cuore…
    :*

  6. Sarebbe buffa un\’altra Valentina tutta verde!Avevo sentito già questa notizia, e credevo di aver trovato finalmente il mondo fatato in cui rifugiarmi quando mi sento aliena a questa società… considerato che il mio fidanzato si lamenta del tempo che impiego a "restaurarmi", vado subito a preparare le valigie, non voglio rischiare di arrivare in ritardo…  

  7. Buongiorno caro, ho da dirti una cosa importante, in realtà è da qualche giorno che provo a dirtela ma…ahimè per me il tempo non è mai abbastanza…. approfitto adesso!
    Dunque, 2 settimane fa circa, ho presentato il tuo blog ad una mia amica, l\’abbiamo spulciato tutto "dalla A alla I", siamo rimaste incantate (in realtà io rimango incantata ogni volta che vengo a trovarti) di fronte alle tue OPERE, quindi abbiamo deciso di diventare allieve di un pittore della nostra zona… ne sono certa, non riuscirò mai a riprodurre la ragazza con l\’orecchino, ma almeno ci provo…bacio forte Virginia
    p.s. oggi la mia seconda lezione

  8. C\’è anche da prendere in considerazione le teorie darwiniane sull\’evoluzione della specie.
    Se il nostro pianeta ospita animali che si adattano senza problemi a cambiamenti drastici di temperature, non è da escludere una situazione simile, se non addirittura più evoluta, in quel pianeta.
    E\’ comunque presto per sbilanciarsi su teorie, tocca semplicemente rimanere avvolti nel fascino del misterioso pianetino cuginotto.
    Certo che il nome assegnato a questo pianeta è orrendo: fantasia portami via!
     
    – sul tuo commento –
    Quella cosa l\’avevo notata.. se ci consentissero di mettere una blacklist, gli spaces farebbero un gran bel passo in avanti (poche blogsfere hanno questa opzione).
    Poi, io ho anche segnalato i problemi attuali a M.Torres, ma non ho avuto nessuna risposta.. sicuro però che nel forum ufficiale qualcuno glielo avrà detto.
    Staremo a vedere!
    Ciao Brunè,
    Mat

  9. miii ma che ti sei messo addosso per la gita!?!
    cè odore di decomposizione ovunque!!
    potevo persino evitare di spargere la fialetta…
    tanto eravamo già al cimitero!! prrrrrrrrrrrrrrrrr
    ciao patatino…cerco di rimanere attaccata alla realtà…
    nel mondo virtuale…
    bella lì eh!
    che contraddizione…
    kyz

  10. ah ps:
    anche io è un po che velovolevodire!
    perchè non consigliate ai Geni dei blog di attivarsi seriamente per
    permettere una black list!
    sarebbe un idea geniale!!
    peccato che nn saprei ugualmente chi mi spia da che parte entra:-(
    vabuò
    rikyz

  11. Oh!! 400 anni…sai che divertimento ?!?! tutti noi monelli insieme per tutto quel tempo in viaggio …monellerie a tutto spiano 😀
     

  12. anche per me 400 anni non mi bastano ad alzarmi dal letto
    ci metto meno ad arrivare su Gliese 581 c correndo
    Un sorriso Anna
     

  13. Ciao, ti ringrazio per avermi risposto, poi ci sono riuscita ha inserire il codice, è molto interessante il tuo blog. ciauz e grazie

  14. ciao  io  sono tanya noi nn ci conosciamo , ho trovato il tuo blog navigando su internet e volevo coplimentarmi con te è veramente carino !!!!! il mio blog a confronto e molto misero ma spero di migliorare , se hai voglia passa sul mio blog e lascia un commentino ok??????? spero di avere presto tue notizie ciao e ……buona domenica

  15. Ciccino ti rispondo qui…
    ti parlo semi seria mentre rispondo al tuo commento…
    il fatto è che sostanzialmente tu non ti vedi come ti vedono gli altri…
    anche solo attraverso questo strumento forse freddo…anche se  tendi a
    rispondere sinteticamente, un pizzico e forse anche un po più di un pizzico
    della tua personalità emerge e credi: tutto traspare fuorchè un passionale  molto freddo o
    piagnone senza poesia.
    Tu esprimi in altri modi la tua poesia eppure noi la sentiamo.
    Non so … forse ti leggo  a volte un po\’ difidente nei confronti dell emisfero femminle…ma forse
    è solo un\’impressione…
    Solo rileggere tutta la prima parte del post: Salviamo il blog potrei già trarne una citazione…
    ma se vado con la memoria so che quel che più mi ha catturato all inizio qui è stata la tua
    simpatia…ironia…le tue emoticon usate ad esprimere meglio il tuo sorriso…
    e no caro!…uno che usa tante faccine come te non può essere passionale freddo senza poesia…
    anziii!
    e ora…
    ci vieni a MArtynica?
    kyz
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...