Distanze

Riprendo un articolo letto su un sito in inglese: How Hubble killed God… .

Era mia intenzione scrivere qualcosa del genere già da tempo, ma le circostanze me lo avevano sempre fatto rimandare.
L’articolo in questione ha un approccio all’argomento più teosofico che astronomico e, per quanto ne condivida in parte le argomentazioni, non è questo il punto che vorrei sottolineare.

Il 9 marzo del 2004 la NASA ha pubblicato una fotografia ripresa dal telescopio spaziale Hubble.
A parte l’ambito astrofisico e astrofilo, questa immagine non ha avuto un grande impatto sulla maggior parte delle persone e dei media, ed è un vero peccato perché siamo di fronte a un evento di assoluta eccezionalità che varrebbe la pena di conoscere ed approfondire.

Se in una notte serena alziamo gli occhi al cielo, inquinamento luminoso permettendo, potremmo riuscire a contare al massimo 2500 stelle.

Sono tutte stelle che fanno parte della Via Lattea, la galassia nella quale ci troviamo. In realtà la Via Lattea conta all’incirca 200 miliardi di stelle (miliardi, non milioni) e il suo diametro è approssimativamente di 100’000 anni luce.
La stella più vicina a noi è Proxima Centauri che dista circa 4,5 anni luce.
Per anno luce, sappiamo ormai tutti, che si intende la distanza percorsa dalla luce in un anno (se volete la distanza in Km potete farvi un rapido calcolo sapendo che la velocità della luce si aggira sui 300’000 Km al secondo!).
Questo vuol dire che se guardiamo Proxima Centauri al telescopio la vediamo oggi come era più di quattro anni fa. In pratica stiamo guardando al passato di quella stella.
Attualmente la velocità massima raggiungibile da una astronave è inferiore ai 100’000 Km/h, che vorrebbe dire che ci servirebbero circa 50’000 anni per raggiungerla (secolo più, secolo meno).
Immaginate il vostro vicino che sta al di là della strada e voi dovete impiegare 50’000 anni per andargli a chiedere lo zucchero in prestito. 😕  E poi dovete anche tornare a casa!

Se, dopo aver guardato le stelle, fissiamo una piccola area che appaia completamente vuota tra di esse, potremmo dire di star facendo una cosa senza molto senso, visto che lì non c’è nulla.

Invece è proprio quello che ha fatto il telescopio spaziale.
In 400 orbite intorno alla Terra, Hubble ha scattato 800 fotografie di una stessa porzione vuota del cielo, pari appena ad un decimo della Luna, variando le lunghezze focali per ottenere alla fina una immagine combinata dello spazio più profondo che, lungi dall’essere vuoto, ha mostrato una incredibile densità di oggetti celesti.

Questa immagine è conosciuta come Hubble Ultra Deep Field (UDF).
Tutto ciò che si vede non sono stelle, sono galassie. Sono tutte galassie. Sono circa 10’000 galassie comprese tutte in un pezzettino minuscolo di cielo.
Le più dettagliate distano da noi circa un miliardo di anni luce, vediamo cioè come erano quelle galassie un miliardo di anni fa. Quelle meno definite sono galassie che vediamo come apparivano appena 800’000’000 di anni dopo la nascita dell’universo, vale a dire 12 miliardi di anni fa!

Ognuna di queste galassie è composta a sua volta da centinaia di miliardi di stelle e la parte di cielo che questa superba immagine ci mostra è solo una porzione 13 milioni di volte più piccola dell’intera volta celeste! Questo dovrebbe darci una pallida idea su quanto grande sia in realtà il nostro universo. Altro che le 2500 stelle che vediamo (male per giunta).

Se volete dare un’occhiata ancor più nel dettaglio a questa immagine collegatevi a questo link: http://www.aip.de/groups/galaxies/sw/udf/swudfV1.0.html

Se l’universo è stato creato in funzione dell’uomo, come sostengono i credenti, appare evidente una certa sproporzione tra l’obiettivo della creazione e la sua implementazione.
C’è, come minimo, uno spreco di risorse. E di tempo anche, visto che sono occorsi quasi 13 miliardi di anni per arrivare a noi.
Nulla impediva al creatore di fare un piccolo o grande pianeta e circondarlo di una sfera nera sulla quale disegnare miliardi di puntini luminosi se la funzione era solo quella di una semplice decorazione notturna a uso dei romanticoni innamorati.
Avrebbe speso meno, impiegato meno tempo e avrebbe ottenuto la stessa attenzione da parte dei suoi fedeli, vale a dire nulla impegnati come sono a farsi la guerra in suo nome.

Paradossalmente sono più gli atei come me a incantarsi davanti alla potenza del loro Dio.


31 pensieri su “Distanze

  1. è incredibile e affascinante….le tue considerazioni sono esatte….e dunque mi chiedo se davvero la parola "credente" è usata il più delle volte, a sproposito…..e lo chiedo anche a me stessa……grazie Bruno, buona giornata:-)

  2. Caspita, è stato davvero interessante questo intervento (come tutti gli altri del resto…). Io mi incanto sempre a vedere un cielo stellato, però sono abbastanza ignorante in materia e pensare alla storia degli anni luce mi vien quasi da ridere, tanto sembra impossibile!
    Grazie mille del tuo commento sul mio blog…beh, a dire il vero, sapere che anche tu sei autodidattta, non mi consola mica tanto! Anzi, mi fa ancor più pensare che prima di arrivare al tuo livello ho ancora un sacco di strada da fare, quindi…per arrivare a dipingere bene (come intendo io)…mi ci vorranno almeno altre 10 vite (premesso che non credo nella reincarnazione!!).
    Comunque son contenta se ci terremo in contatto, io ti prendo come un esempio da seguire, di sprono, come hai detto tu, per automigliorarmi…beh, non credo tu abbia niente da imparare da me, comunque dicono che non si finisce mai di imparare, quindi magari qualche consiglio ce lo possiamo scambiare, anche se poi,probabilmente, sarò io quella che ne beneficierà maggiormente…; -)
    Grazie ancora e…a presto, Vanessa

  3. Ammazza che carineeee! A primo impatto sembravano caramelle, poi ci ho riflettuto un attimo e mi sono detta che sono compresse di quelle americane che si vedono nei barattoli! E\’ davvero un spettacolo allucinante, le stelle mi son sempre piaciute moltissimo.. ma ciò che non riesco a vedere o a conoscere mi fa paura…

  4. e noi proprio qua si doveva capitare?
    Con questi blog?
    con queste adsl?
    con questi religiosi?
    con questi politici?
    almeno spero che ho scampato qualcosa di peggiore, non è detto che tutti i pianeti abitati siano così ospitali come il nostro. Magari qualcuno è costretto a vivere spalando neve di zolfo e mangiare catrame. Salutix.

  5. ciao Bruno, ho chiuso temporaneamente il blog, devo andare da mia mamma, niente di particolarmente grave, ma visto che lei non vuol muoversi, mi tocca, si tratterà di un mesetto o poco più, grazie per tutti i tuoi interessanti consigli, un abbraccio a presto:-)

  6. Concordo con Vanessa …bellissimo intervento…ed interessante…come tutti praticamente…
    non so che dire….è affascinante…vorrei entrare in ogniuna di… quelle stelline per vedere cosa cè dentro…
    bella anche l immagine…
    e poi ci hai messo la tua solita ironia che nn guasta :
     
    <<Immaginate il vostro vicino che sta al di là della strada e voi dovete impiegare 50\’000 anni per andargli a chiedere lo zucchero in prestito . E poi dovete anche tornare a casa!>>
     
    mitticoo….
    sei troppo avanti te
    kyzz

  7. Ciao Bruno, grazie mille per i tuoi preziosissimi consigli…ne farò tesoro!
    Non avevo mai pensato di provare a copiare un grande maestro…a parte Le ninfee da cui ho preso spunto dal mio mito, cioè da Monet, ma non per copiarlo pari pari.
    Comunque il problema è che io non mi sentirei ancora all\’altezza di compiere un passo del genere, a dire il vero…
    Noooooo, sei troppo lontano, peccato…magari se stavo ancora a Firenze, avremmo potuto accorciare le distanze e chissà davvero fare la pizzata di cui parlavi tu!!
    Ci avevo pensato a fare qualche corso di pittura, ma o non ne trovo o son troppo distanti da casa mia (sai io vivo in un paesello un pò sperduto tra i monti…dista + di 50 km da Trento, città in cui forse troverei qualcosa che potrebbe interessarmi a livello di pittura….sig!! Ma quando tu parli di Maestro cosa intendi? Uno che ti da lezioni private? …non sai quanto mi piacerebbe, sarebbe il mio sogno!
    E comunque credo che da te avrò sempre qualcosa da imparare, anzi, molto, non fare il modesto!!! Ti renderai conto della tua bravura, o no?
    Siccome io non sono grankè ferrata in campo computeristico..spero di farcela ad iscrivermi a quel forum di cui mi hai parlato…sarebbe bello!
    Adesso ti saluto, se ti interessa scambiarci opinioni ti darei anche la mia e-mail se ti fa piacere scriverci,si intende…fammi sapere, ok? Grazie ancora…a presto, Vanessa

  8.  
    tesòò
    una certa persona mi ha insegnato a "mettere in fila gli amici"!!!:@
    e in quella posizione le stelline si vedono…:-)
    cè chi ne ha solo 24 e chi ne ha 33!!!
    come la mettiamo!??!
    pari o dispari…
    io son disposta a barare pur di vincere!
    prrrrrrr
    ciau kyz

  9. Emanuele, potrei rifutarmi di rispondere a un tipo di domanda simile che, nella sua asetticità assolutista, contiene già un giudizio indipendentemente dalla risposta.
    Te la darò comunque.
    Credere significa essere convinti di una cosa a prescindere. Se Dio ci ha dato la ragione per distinguerci dagli animali e farci a sua immagine e somiglianza, credere vuol dire rinunciare ad essa. Quindi vuol dire andare contro la sua volontà. Quindi io credo che per un credente la parola credere dovrebbe essere considerata una bestemmia e mai utilizzata.
    Personalmente la ritengo una parola senza senso e per questo non mi è possibile alla fine rispondere alla tua domanda. Semplicemente perché non l\’ho capita.

  10. Accidenti Bruno, che risposta contorta hai dato a Emanuele ehehe…
    Riguardo il tuo intervento, non sono ateo, ma ho sempre sostenuto ci fosse qualche altro pianeta abitato, al contrario sarebbe uno spreco di spazio 😉
    Buona serata Lele!

  11. Davvero impressionante la foto! E il tuo discorso quadra, anche per un credente come me, ma fino ad un certo punto. Come hai precisato con la tua dettagliata argomentazione, l\’universo è immane, e di tale astronomico scibile, noi uomini della Terra, conosciamo poco più di niente (restando nelle misure proposte). Ora, mi chiedo, chi può dire (o non dire) che in questa congerie di galassie non ci siano altri miliardi di pianeti simili alla Terra su cui vivano altre miliardi di razze "umane"? Forse il Creatore non ha ancora reputato che l\’Uomo della Terra sia pronto a conoscere l\’Uomo dell\’Universo? Solo un\’ipotesi teologica la mia. Mi piace svariare su questo tema.
     
    Ehi Bruno, era da un po\’ che non passavo di quà. Calorosi saluti come sempre.
     
    Fabio.

  12. Grazie dei consigli…ma come si fa a trovare un maestro che mi insegna? Come e dove lo posso cercare?Non ne ho la più pallida idea…!!
    Ah, ascolta, tu che ne sai una più del diavolo…come mai oggi, aprendo il blog, mi appaiono le scritte in english?
    Vedo se ti scrivo anche una mail…ciao a presto,Vanessa

  13. P.s….scusa la mia imbranataggine…ma non l\’ho trovato il tuo indirizzo mail…scusami, me lo puoi dire? grazie!

  14. Ciao ,avrei voluto scriverti in un post dedicato alla pittura (non ho il tempo però per cercare il post adatto anche se qui la navigazione è molto semplice) passai da te molto tempo fa e questa mattina ho deciso di ripassare.
    ho notato il tuo ultimo dipinto ,ma come norma non commento i dipinti …perchè ,dato che anche io dipingo ,i miei commenti potrebbero sembrare quelli di una persona che si crede superiore (in certi casi) o quelli di una persona molto invidiosa (in altri casi) ovviamente tutto rapportato a ciò che dico del dipinto o dell\’artista in questione.
    potrei solo dire che i nostri stili sono un pò diversi ,tu realizzi andando per velature ,cosa per altro molto apprezzabile dato che quasi nessuno lo fa più e per questo esci dalla regola" dell\’astrattismo " o dell\’"informale" ,correnti nate per distruggere l\’accademismo e che oggi purtroppo rappresentano l\’accademismo. Io tendo a realizzare i dipinti senza velature ,mettendo strati di colore corposi ,anche se alla fine il tutto risulta molto piatto ,liscio ,insomma senza croste (anche se le pitture di per loro sono delle croste).
    Ok dai mi sono fatta prednere la mano …quando mi metto a scirvere di pittura non la smetto più…(abbi pazienza)
    ti auguro una serena giornata.ciao

  15. Mi spiace tu abbia giudicato la mia domanda erroneamente, indipendentemente da ciò che realmente penso. La mia domanda è libera da qualunque pregiudizio e semplicemente carica di "voglia di conoscere". Credo di aver capito che tu nn creda in niente poichè nn ne riconosci il significato.
    Grazie per la risposta.

  16. Boh, io sono agnostico (comunque con una certa antipatia congenita verso un eventuale Padreterno) e mi sto facendo sempre più l\’idea di un dio un po\’ pasticcione… magari la situazione gli è sfuggita di mano… ^_______^

  17. Emanuele, hai interpretato perfettamente il mio punto di vista, ma nonostante questo sei arrivato a una conclusione secondo lo stesso schema della domanda iniziale. Cosa che ovviamente rigetto. Che senso ha concludere che non credo in niente dopo aver accettato il fatto che quello schema è senza senso per me? Ha un senso magari per te stesso, ma io continuo a non capire.La tua voglia di conoscenza, focalizzandosi più sulla persona che esprime certe idee che non sulle idee espresse, rischia di non allargarsi troppo in questo modo. E\’ un po\’ la storiella del saggio che indica la Luna: io ho indicato (in questo caso) le stelle (o il significato della parola credere), ma tu continui a guardare il mio dito.
     
    Scusa se continuo a risponderti qui, non è per snobismo, ma la tua domanda secca si presta a uno sviluppo troppo significativo del discorso per spezzarla tra due blog, col rischio di rendere il tutto incomprensibile ai visitatori.

  18. Ciao Bruno ….il mio non voleva affatto essere un "no comment" poco lusinghiero ,anzi non credo si possa dir nulla sul tuo dipinto .Il motivo per cui non commento i dipinti con gli autori di essi in modo esplicito sono vari ,In primo luogo mi è spesso capitato di dire la mia opinione e di essere fraintesa ,sia che il mio punto di vista fosse stato positivo o negativo . In secondo luogo credo che per commentare un dipinto ci voglia più di una semplice guardatina ,bisognerebbe sapere da quale pensiero o situazione esso nasce.
    Essere moderni o meno ..questa è una questione aperta ,che forse mai verrà chiusa ..a mio avviso tutto è modernità ,anche quel che potrebbe sembrare passato di moda ,in realtà quel che continua ad animare la pittura è proprio questo contrasto tra correnti artistiche che sembrano morte da tempo ma che molti personaggi portano avanti inconsapevolmente.
    Chissà se un giorno anche noi ,nel nostro piccolo ,avremo contibuito ad una pagina importante della storia dell\’arte…io spero in una grande rinascita.
    ok dai mi sono dilungata troppo .
    ti auguro una serena serata.ciaoooooooooo
     

  19. ciaooooo!!!   complimenti per il blog….e anche per i disegni! stupendi!
    io adoro disegnare!!!!   =)
     
    ti lascio un salutone…..buona settimana! 
                      Michi*
     

  20. Ciao. I miei problemi con Msn sono dovuti ad una modifica di registro creatasi non si sa come quando ho fatto installare il wireless. A proposito del tuo intervento( sapendoti appassionato di fantascienza) ricordo di aver letto, molti molti anni fa un bellissimo racconto sul dubbio che corrode un prete quando, terminata con una sconfitta terrestre l\’occupazione aliena e ridotti gli umani a schiavi derelitti, passa davanti al tempio dei conquistatori, e li sente pregare e si chiede a quale Dio si stanno rivolgendo.. La dimnsione dell\’universo, però, è talmente smisurata, che per non sentirsi schiacciati e ridotti a pulviscolo gli uomini tendono a rintanarsi ancor di più nel rifugio della fede.  Ne "Il caso e la necessità" di Monod, chissà se è ancora letto, il tutto, compresa la nostra insignificante presenza, è razionalizzato e ricondotto alla giusta dimensione. La morte e l\’immensità del cosmo dovrebbero ridarci il senso della misura.

  21. mi è piaciuito questo intervento!!! mi ha fatto sognare come un bambino… e riaprire gli occhi di colpo alla fine. E\’ vero:oggi la religiore è solo una scusa per farsi la guerra.

  22. ..mah… ti svelerò un segreto che devi tenere per te… mi raccomando… te lo sussurro così son sicura che non mi sente nessuno… io in fondo non sono sempre così fortunata, è normale che studio.. e non sai quanto leggo.. leggo moltissimo… sai facendomi i conti questa estate ho letto 9 libri… e l\’ultimo libro che ho comprato con i miei spiccioli è stato il Vangelo di Giuda… a poco a poco construisco la mia piccola libreria… mettendo i soldini da parte naturalmente… ma diciamo… che… il… "sedere" non mi manca.. e (forse chissà..) c\’è qualcuno da qualche parte che mi starà aiutando =)

  23. Paradossalmente sono più gli atei come me a incantarsi davanti alla potenza del loro Dio.
    e c\’hai ragione….

  24. Ciao Bruno,
    qualcosina in più possiamo dire noi blogonauti, stipati ormai in 18, sulla nostra caravella spaziale,
    a zonzo per l\’universo;-)
    C\’è un\’infinità di mondi in giro, tanti per quanti uomini, troppi per quanti crimini, pochi per quanti
    angeli;-(
    Ma c\’è di più!!! Ciò che "vediamo" fuori di noi è poca cosa rispetto all\’universo, le galassie,
    le stelle, contenute dentro di noi!….al centro un Sole….fatto di curiosità!!!
    E una nuova galassia si annuncia all\’orizzonte…
    siamo appena al Big Blog!!!
     
    Buona Esplorazione!!!
     
    I ragazzi della III E

  25. C\’è un aspetto innato nell\’uomo chiamato presunzione. L\’uomo dice di avere la ragione, perché non conosce altre dimensioni se non la sua realtà pratica e teorica.
    Più s\’allarga lo spazio degli interrogativi e più si espande la consapevolezza della stupidità umana.
    Ciò che rende l\’umanità schiava di se stessa è nel non riconoscersi stupidi, perché non sono altro che un granello di polvere in confronto alle dimensioni del concetto universale. E\’ presunzione anche ciò che dico, ma di fronte a questa immensità, mi permetto di ritenermi inferiore, a prescindere se sono credente o ateo. E\’ l\’unico modo per sentirmi libero.
    Ciao Brunè,
    Mat 
    p.s.
    Ero sincero con la ragazza. 😉
    Qui, l\’unico che fa riflettere seriamente negli interventi e lascia una libera interpretazione a chi legge sei te: che siano spiegazioni o pensieri.

  26. Ciao, grazie. Ultimamente abbiamo optato per gli sponsor, per gestire le spese di stampa, in quest\’ultima i miei amici non sono stati tanto  bravi e lo sponsor sono solo io.Quello è il mio logo e ormai è così. Certo con uno sfondo nero non si sposa tantissimo, ma nello stampato sta meglio.Quello che non è venuto nello stampato sono le sfumature di luce attorno alla parole. Mi dispiace non sapere disegnare altrimenti metterei disegni miei invece che prenderli da internet e modificarli. Ma me la cavo con la macchina fotografica, se riesco a fare foto a tema userò le mie. Forse alcune foto sul blog (primo mare) verranno pubblicate nel booklet di un cd, certo non a distribuzione nazionale, è un progetto, un gruppo di ricerca che compone canzoni in siciliano: http://www.gruppoargeno.com . io lo spero e gliele presto volentieri, basta che scrivano chi è l\’autore… (che narciso)

  27. Ciao Bruno,
    anche a noi manca tanto la nostra madrina, è dai primi di ottobre che non sappiamo nulla,
    lo sai com\’è fatta, un fiume carsico, però è sicuro che quando tornerà sarà una FESTA!!!
    non avevi lo zaino? e neanche la cartella? …mhmhmh…
    un saluto corale!!!
     
    I ragazzi della III E
     
    ps: ci farebbe piacere aggiungerti fra gli amici, se possiamo?

  28.  
    magari un tempo prossimo, chissà i più bravi riceveranno una galassia tutta per sè, per l\’eterinità , o in affitto , chissà…se pensiamo a tutte le vite che sono nate e morte (aborti compresi)  sul nostro pianeta io credo che forse riusciamo anche a riempirlo l\’universo no?
    ovvio che sto sparlando e fantasticando perchè davanti a tali numeri, immagini e pensieri non mi viene che incantarmi o fantasticare… quanto a cercare perchè o percome Dio abbia fatto o meno, anche io concludo perfettamente come ha scritto Piovra qui sotto…
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...